Associazione Italiana Mastocitosi ONLUS

 

Lettera agli associati (ma aperta a tutti gli amici e simpatizzanti)

Cari amici,
seppur con ritardo, peraltro dovuto a seri motivi, eccoci ad augurarVi un 2013 sereno e ricco di soddisfazioni ma soprattutto in buona salute, per quanto lo consente la nostra “cara” mastocitosi.
Convinti che la correttezza imponga da parte nostra la massima trasparenza nella gestione dei contributi economici che generosamente arrivano all’associazione, desideriamo brevemente esporVi quanto è stato fatto durante l’anno appena trascorso proprio per promuovere la ricerca e per aiutare quei medici e quelle strutture che si dedicano con professionalità e con generosità alla nostra malattia. Ricordiamo che qualsiasi iscritto può segnalare medici e/o strutture meritevoli di essere considerati destinazione di finanziamenti da parte nostra: sarà poi il comitato direttivo ad esaminare e distribuire i fondi.

In occasione della riunione annuale sono stati consegnati alle seguenti strutture ospedaliere le cifre indicate per il finanziamento di progetti ovviamente inerenti allo studio della mastocitosi:

Ospedale San Giovanni di Dio, Salerno Prof.Massimo Triggiani
12 mila euro
Ospedale Mauriziano Dott. Torino Enrico Heffler divisione del Prof.Rolla
7 mila euro
Ospedale Borgo Trento Verona Dott.ssa Roberta Zanotti
5 mila euro

Gran parte di queste iniziative sono state rese possibili dal finanziamento proveniente dal 5 x mille dell’anno 2010 quindi ci permettiamo di sollecitarVi a ricordare al vostro commercialista la vostra scelta di erogare il cinque per mille all’associazione e di invitare i vostri amici a fare altrettanto. Si tratta di un contributo “a costo zero” per le nostre tasche ma di importanza vitale per l’associazione e quindi per la ricerca.
A questo proposito consentiteci una riflessione: ci rendiamo perfettamente conto che in questi tempi di crisi chiunque ci chiede soldi (e succede spesso) è, nel migliore dei casi, fonte di fastidio e ci verrebbe naturale liquidare la questione con una disinteressata alzata di spalle.

E’ vero, l’IMU ci ha “spolpato”, ma vale la pena ricordare che quelli di noi che hanno avuto modo di entrare in contatto con il “mitico” professor Triggiani a Salerno, con la gentilissima dottoressa Zanotti a Verona, oppure con il scrupoloso dottor Heffler a Torino hanno constatato personalmente quanta dedizione e quanta disponibilità caratterizzi il quotidiano di questi medici che, ricordiamolo sempre, stanno lavorando per noi spesso in mezzo a oggettive difficoltà e problemi che possono essere magari parzialmente risolti da un nostro contributo.
Non ci stancheremo mai di ringraziare coloro che si sono adoperati attivamente nell’organizzazione di eventi (cene, serate, ecc) per raccogliere fondi destinati all’associazione e ci auguriamo che siano imitati da molti di noi. La nostra piccola comunità continua costantemente a crescere ed ad arricchirsi di nuove persone che invitiamo a collaborare inviandoci suggerimenti e proposte per progettare insieme il calendario delle iniziative per il 2013 che, consentiteci un’anticipazione, potrebbe culminare nell’organizzazione di un convegno internazionale dedicato alla mastocitosi, con la partecipazione di tutti i più illustri specialisti.

E’ inoltre opportuno ricordare a tutti i “vecchi “soci il rinnovo della quota sociale e invitare i nuovi amici a tesserarsi; il costo dell’adesione è modesto (da un minimo 20 euro) ma fondamentale per permettere la sopravvivenza dell’associazione.

Nell’invitarVi a tenerVi informati su la vita dell’associazione sul sito (www.asimas.it) e a mantenervi in contatto con noi su Facebook vi rinnoviamo i nostri più affettuosi auguri

Alessandro Cicotti