Associazione Italiana Mastocitosi ONLUS

 

SEZIONE PEDIATRICA
Il 65% delle mastocitosi cutanee interessa l’età pediatrica. Nel 15% di questi bambini le lesioni sono presenti alla nascita, nel 30% compaiono prima del sesto mese di vita, nel 10% prima del secondo anno, nel 10% tra il secondo ed il quindicesimo anno di età.
La mastocitosi cutanea che colpisce i bambini non è particolarmente diversa da quella degli adulti, tuttavia è chiaro che i bimbi, in quanto tali, sono più difficili da gestire perchè non è facile spiegare loro cosa succede quando il volto o il corpo diventa tutto "rosso" o il prurito diventa troppo fastidioso......ma si impara a conviverci e a sdrammatizzare, dando risposte sempre più precise man mano che il bimbo stesso diventa più consapevole.
L’aspetto più difficile è la mancanza di chiarezza e la scarsa conoscenza della malattia spesso anche di alcuni medici: mi è capitato di ricorrere al pronto soccorso per dei punti di sutura o per una febbre alta e di trovare il personale medico totalmente disinformato riguardo alla mastocitosi e alle precauzioni da prendere.
E’ importante sottolineare che circa nel 50 % dei casi la mastocitosi cutanea dei bambini regredisce nell’età adolescenziale.
Uno degli scopi della ASIMAS è quello di creare contatti tra le famiglie con bambini malati per un vero e proprio scambio di esperienze alfine di migliorare la qualità della vita dei piccoli.
Confrontare le nostre esperienze personali riguardo alla vita quotidiana dei nostri bambini, a ciò che può diventare dannoso o apportare benefici, può costitutire un valido aiuto che deve comunque essere affiancato dalle visite sia del pediatra di fiducia o presso i centri associati alla RIMA, i quali possono innanzitutto tranquillizzarci e informarci su alcuni alimenti da evitare o alcuni accorgimenti da adottare per gestire al meglio i nostri bimbi.
L’esperienza di una mamma, con la gestione quotidiana dei problemi che affligge il suo bambino mastocitotico, è a disposizione al seguente indirizzo:

contatta una mamma